Caffe dell'Innovazione

Venezia in Campo ~ 1° Edizione

I Caffè dell'Innovazione ~ Prima edizione

Portare la ricerca e l’innovazione fuori dagli spazi normalmente istituiti con lo scopo di rigenerare e cambiare uno spazio urbano.

Questo è stato l’obiettivo che il DVRI - Distretto Veneziano di Ricerca e Innovazione insieme ad alcune associazioni locali, Radio Ca’ Foscari e gli esercenti del campo veneziano S. Margherita si è posto.

Negli ultimi anni il famoso Campo veneziano aveva perso la sua caratteristica principale: essere un vibrante luogo di incontro, scambio e divertimento.

Abbiamo così pensato di portare in campo quello che più conoscevamo: i ricercatori e gli innovatori. Sono così nati I “Caffè dell’innovazione del DVRI”, che si sono inseriti nel Festival di Venezia in Campo organizzato dagli esercenti di Campo Santa Margherita.


La prima edizione dei “Caffè dell’Innovazione” si è tenuta dal 5 al 9 giugno 2016 e ha visto tanti ospiti di primo piano: da Luca De Biase del Sole24ore a Barbara Schiavulli di Radio Bullets, da Fabrizio Renzi di IBM a Marco Boschini dei Comuni Virtuosi, dai Principi Attivi a Alessandro De Carlo dell’Ordine degli psicologi del Veneto.

Abbiamo parlato di innovazione da tanti punti di vista: storico-economico, ecologico, di intelligenza artificiale, sociale e civico per cercare di fare una sintesi su che cosa fosse l’innovazione. Una parola che oggi è ampiamente abusata.

La risposta ovviamente non è stata una sola, anzi. Abbiamo ricevuto tanti stimoli che ci hanno mostrato le facce che l’innovazione può assumere cambiando la prospettiva.

Per farvi una sintesi delle serate vi proponiamo quindi le definizioni che i nostri ospiti hanno dato alla parola innovazione.

Il caffè dell’Innovazione con Luca De Biase di Nòva24 ~ 5 Giugno

L’innovazione non è una novità. L’innovazione sposta il corso di una storia o il corso della storia. L’innovazione ha grandi conseguenze. L’innovazione esiste solo nel momento in cui è adottata.

Il caffè dell’Innovazione con Marco Boschini – Comuni Virtuosi ~ 6 Giugno

L’innovazione è la capacità di avere una visione del futuro avendo presente da dove veniamo e cosa rappresenta la nostra cultura e il nostro percorso umano singolo e collettivo. Avere la curiosità di utilizzare gli strumenti che ci sono oggi rispetto al passato e che teoricamente possono facilitare e velocizzare un processo di cambiamento. L’innovazione parte sempre dalle persone, dalle loro intuizioni e dalla loro voglia di mettersi in gioco.

Il caffè dell’Innovazione con Lorenzo Capalbo e Daniele Campalto – Principi Attivi ~ 7 Giugno

Il nostro focus è quello del sociale ovviamente. Non possiamo che pensare che pensare ad una innovazione che abbia come obiettivo quello dell’inclusione sociale e della cittadinanza. Per noi innovazione vuol dire ridare significato a dei luoghi con nuovi contenuti. Se pensiamo al nostro ambito d’azione, abbiamo completamente rinnovato dei beni confiscati alla mafia dandogli delle nuove e diverse destinazioni d’uso, trasformandoli in beni comuni. Beni confiscati che diventano beni di utilità sociale. Innovazione è riappropriarsi dei luoghi, farli propri, prendersene cura e farli diventare protagonisti.

Il caffè dell’Innovazione con Alessandro De Carlo e Fabrizio Renzi Ordine degli Psicologi Veneto e IBM ~ 8 Giugno

L’innovazione è una cosa bellissima. È come dare il bianco a casa quando si vernicia la casa. Dà sensazioni positive. In questo momento l’innovazione non può prescindere dalla tecnologia e quindi per me è primariamente innovazione tecnologica, attorno a cui poi si innescano nozioni di processo e di business.

Il caffè dell’Innovazione con Barbara Schiavulli – Radio Bullets ~ 9 Giugno

Per me l’innovazione riguarda tutto ciò che rende la vita delle persone migliore. Ne vedo anche gli aspetti peggiori nel mio lavoro. Penso alle nuove armi, ai nuovi modi di distruggere le persone e ne prende atto ma voglio alla parola una valenza positiva. L’innovazione per me è restare legati a principi di base come il rispetto dei diritti umani, la libertà di informazione per rimanere nel mio campo che però devono essere elastici. Ti devono gettare nel futuro. Sperimentazione, tecnologia, sviluppo ma anche buon senso sono l’innovazione che conta. Innovare e rinnovare per rimanere ancorati al passato ma muoversi di corso verso il domani; perché la conoscenza è il primo passo verso la libertà.

Edizione successiva

La seconda edizione dei Caffè dell'Innocazione si è tenuta a Settembre 2016. Scopri i contenuti della seconda edizione

Le altre edizioni

Condividi